19th Ave New York, NY 95822, USA

Giffoni Next Generation: 10 Giffoni Impact, 8 Mentorship e 4 Panel per gli innovatori under 30 del Dream Team di Giffoni Innovation Hub

Tra le idee proposte l’app che trasforma gli utenti in amministratori di una città da far diventare più sostenibile, i caroselli social per un gelato “green” e i video distopici sul nostro futuro

 

Undici giorni di sfide, pitch, mentorship e workshop. Tanti ospiti istituzionali e non. La settima edizione di Giffoni Next Generation, che si è tenuta dal 21 al 31 luglio durante il Giffoni Film Festival, si è conclusa tra la verve e le idee innovative dei ragazzi del Giffoni Dream Team che hanno presentato i loro progetti ai soci del Giffoni Innovation Hub, Luca Tesauro, Antonino Muro e Orazio Maria Di Martino. Tre i brief ricevuti, rispettivamente da Deloitte, Sammontana e da Eni, anche Main Partner di #Giffoni50Plus. Tanti i feedback e un unico fil rouge: il sapere di dover innovare il modo stesso di pensare alla sostenibilità.

NUMERI E OSPITI – Tra le persone che hanno fatto visita al Giffoni Dream Team portando loro chicche di conoscenza e saggezza e, a volte, una prospettiva diversa di pensare al mondo dell’innovazione ci sono stati il microbiologo e accademico Andrea Crisanti, il sindaco di Bergamo Giorgio Gori, il ministro Luigi Di Maio, Federica Tortora di Intesa Sanpaolo, l’assessore regionale Valeria Fascione, l’imprenditrice e deputata Anna Laura Orrico, i giornalisti Giuseppe De Bellis e Marco Damilano, lo scrittore Erri De Luca, il regista Ferzan Özpetek e tanti altri. Questo mentre i ragazzi del Giffoni Dream Team hanno preso parte a 10 Giffoni impact, 18 working session, 8 mentorship e 4 panel. Sono stati 60 invece i Digital Labs, laboratori destinati anche ai più giovani che così hanno potuto imparare il valore delle nuove tecnologie.

“Sono tanti i ragazzi che si sono avvicinati in questa edizione di Next Generation al mondo dell’open innovation – spiega Antonino Muro, co-founder e Account Manager di Giffoni Innovation Hub – Ben 18 i ragazzi under 30 che hanno raccolto la sfida dei partner Eni, Sammontana e Deloitte e hanno partecipato ai panel, e round tables su virtual reality, intelligenza artificiale, economia circolare, con un occhio all’economia made in Sud. Il tutto in un format che accomuna la vision di Giffoni nella creazione di un nuovo paradigma della cultura e dell’arte, e avvicina i creativi di domani al mondo del lavoro”.

IL TEAM DELOITTE – Lucrezia Bertini, Silvio Fosso, Elvira Leveque, Mattia Liberale, Martina Liccardo e Gaia Mauriello hanno lavorato alla sfida lanciata loro da Deloitte di rendere più comprensibili i dati dei report di sostenibilità delle aziende anche agli under 24. Per farlo i dreamers hanno utilizzato un approccio pratico grazie al report di un’azienda partner di Deloitte, A2A. Sono quindi partiti dal fare una survey tra i ragazzi del Giffoni Film Festival chiedendo loro come percepiscono i temi della sostenibilità. La survey ha mostrato che una parte del target avrebbe preferito sapere di più su questi argomenti via app, e un’altra parte via social media. Hanno così deciso di farlo con entrambi i modi. Per i social hanno creato un piano editoriale per Instagram e hanno, poi, creato GREENPACT, app di gamification che ti rende partecipe delle sorti “ambientali” di una città. Grazie alle tue decisioni, infatti la città migliorerà o peggiorerà il suo grado di sostenibilità. Il tutto anche in maniera interattiva potendo andare a visitare le città dei propri amici e confrontarsi con loro.

Il team Deloitte

 

IL TEAM ENI – A formare il secondo team sono stati Alfonso Graziano, Marco Arena, Aida Picone, Gaia Migliaccio, Marco Cucci, Fabio Fontana, e hanno lavorato su un progetto per ENI, che è stato anche Main Partner di #Giffoni50Plus.Un progetto che li ha visti scrivere 4 pillole a misura di web per raccontare i temi della sostenibilità. Nella prima pillola si sono concentrati sulla Net Zero Emission, nella seconda hanno dato consigli pratici di sostenibilità adatti a grandi e piccini; nella terza hanno scritto sui temi della decarbonizzazione. La quarta e ultima pillola è forse stata quella più creativa. Hanno raccontato una realtà distopica di cosa potrebbe accadere se non si fa qualcosa per frenare il cambiamento climatico.

Il Team Eni

IL TEAM SAMMONTANA – Il terzo Team, composto da Annachiara Binetti, Giulio D’Andrea, Lynda Lopez, Dominique Parlato e Viktoriya Stadnik ha lavorato alla sfida lanciatagli da Sammontana. I ragazzi hanno presentato il loro progetto “Il gelato che sorride all’ambiente” producendo una serie di contenuti che in modalità edutainment rendono comprensibili i claim certificati dell’azienda riguardanti l’ambiente. Hanno quindi creato dei “caroselli”, immagini con informazioni sul tema da pubblicare su LinkedIn; dei post video con interviste spiritose a bambini sui temi ambientali su Facebook; su Instagram invece hanno inventato l’alfabeto della sostenibilità raccontato da stories in cui sono stati protagonisti ragazzi di Giffoni.

Presentazione pitch Sammontana insieme a Paolo Malvaldi, Marketing Manager di Sammontana

 

GLI 11 GIORNI DEI DREAMERS: 

  • Il 21 luglio è stata una prima giornata ricca di emozioni quella che ha visto l’arrivo in Multimedia Valley dei 18 dreamers che dopo aver ricevuti i kit con magliette e programmi dai soci Luca Tesauro, Antonino Muro e Orazio Maria Di Martino, si sono divisi nelle 3 squadre Eni, Deloitte e Sammontana.
  • Il 22 luglio, poi, hanno iniziato a fare le prime working session. Mentre nella sala Blu si è tenuta la prima Giffoni Impact con Novartis. A parlare in particolare sono stati Pasquale Frega, presidente Novartis, Francesco Butti, Local Clinical Operation Head Novartis, e l’attore Brenno Placido.
  • Il 23 luglio oltre a incontrare la delegazione Deloitte a dare nuovi spunti di riflessione ai dreamers sono stati il prefetto Mario Morcone, assessore alla Sicurezza, Legalità e Immigrazione della Regione Campania con Karen Whiting, vice rappresentante delle Nazioni Unite per i rifugiati in Italia. Main event è stato l’incontro per la Giffoni Impact con il presidente del Conai, Luca Ruini che ha consegnato anche il “Content Creator Award” al patron del festival Claudio Gubitosi.
  • Il 24 luglio è partito con la mentorship di una vecchia conoscenza di Giffoni Innovation Hub, il Digital Life Coach Jacopo Mele che ha parlato loro del programma Aurora Fellows.
  • Il 25 luglio è stata la volta della Mentorship di Zuiki, che è partita dal concetto di fast fashion per parlare di imprenditoria giovanile a tutto tondo, grazie al supporto di Aldo Innamorato, Head of Marketing and Communication di Zuiki.
  • Il 26 luglio i dreamers hanno fatto un viaggio nel mondo dell’intelligenza artificiale con il progetto SMaILe che in una Giffoni Impact ha visto partecipare Paolo Mulassano, responsabile Obiettivo Pianeta Compagnia di San Paolo, Giacomo Como, professore di Matematica del Politecnico di Torino; Monica Bucciarelli, professoressa di Psicologia dell’Università di Torino; Emanuela Girardi Founder di Pop AI. nel pomeriggio invece è stata la volta dell’incontro con i giovani imprenditori di Confindustria Salerno.
  • Il 27 luglio è stata una giornata iniziata a colpi di realtà virtuale della Giffoni Impact dedicata al film “Noto, il giorno della paura 1693”. A ispirare i dreamers poi ci ha pensato Antonio Maglio, Head of Human Knowledge di Eni Joule in un incontro ad hoc sul tema della formazione a misura di startup. Ulteriore mentorship, nel pomeriggio, con Studio 71 per conoscere il potere dei social media.
  • Il 28 luglio da remoto si è connesso Mark Flanagan, Education partner Manager di Epic Games per parlare delle prospettive future di un mondo del lavoro, e della cultura, sempre più digitale. Ulteriore Giffoni Impact con Nicola Tagliafierro di EnelX mentre nel pomeriggio si è tenuto il panel “New Media ed entertainment: prospettive e nuove opportunità per i giovani”. Nel pomeriggio i dreamers hanno assistito all’evento congiunto Giffoni Innovation Hub e StartupItalia sul tema della “Transizione digitale delle industrie creative e culturali” a cui hanno partecipato Filippo Satolli, AD StartupItalia, Alceo Rapagna, AD Startupbootcamp e The Talent Institute, Marco Fanciulli, RCS, SVP Digital Product Innovation, R&D, Luca Tesauro CEO e founder di Giffoni Innovation Hub e Luca Ruju, General Manager di Giffoni Innovation Hub. A seguire una mentorship dei deputati Andrea Giarrizzo e Roberta Alaimo.
  • Il 29 luglio altro panel questa volta con Elena Casolari, co-fondatrice e presidente di Opes Impact Fund e Patrizia Canova, responsabile comunicazione e fundraising presso Ngo Acra per l’incontro l “Industrie creative: impact investing nell’economia culturale globale”.
  • Il 30 luglio è iniziato dal corto “La challenge” presentato in Sala Blu durante una Impact con i vertici del Gruppo Iren. Un momento sull’importanza del raccontare la sostenibilità anche attraverso l’arte del cinema. A seguire a parlare ai dreamers è stato il ministro dello Sviluppo Economico Giancarlo Giorgetti.
  • Il 31 luglio è stato il giorno conclusivo in cui i ragazzi hanno presentato i loro progetti realizzati seguendo i brief dei partner Eni, Sammontana e Deloitte mentre poco prima dal palco della Sala Blu hanno chiuso la carrellata di intense e interessanti Impact Pierpio Cerfogli, vice direttore di Bper Banca, e Andrea Vico, divulgatore scientifico che hanno parlato di economia circolare e di tanto altro.

I DIGITAL LABS – E mentre i ragazzi del Giffoni Dream Team erano impegnati a lavorare sui brief delle aziende partner, nella Multimedia Valley hanno fatto la differenza anche i Digital Labs, dedicati ai ragazzi più giovani per fornire loro nozioni su varie tematiche legate all’energia, alla salvaguardia dell’ambiente e alla sostenibilità. Argomenti decisamente importanti, affrontati tramite il linguaggio semplice ma efficace del gioco che alimenta la curiosità dei più piccoli. Due in particolare sono stati i laboratori per i ragazzi dai 7 ai 12 anni: Energia dalla natura Produrre e conservare, per scoprire l’importanza delle rinnovabili; e Riparo, trasformo e creo, per scoprire attraverso il coding come l’energia si possa trasformare. Infine, due i laboratori per gli adolescenti tra i 13 e 15 anni: Accendiamo lingegno Produrre e conservare, ispirato al tinkering; e Challenge: Risorse in equilibrio Riparare e trasformare, sul concetto del riutilizzo dei rifiuti in quanto risorse.

L’APPUNTAMENTO 2022 – L’Appuntamento per il prossimo Giffoni Next Generation è rinnovato durante la cinquantaduesima edizione del Giffoni Film Festival che si terrà nel 2022 dal 21 al 30 luglio. Un appuntamento da non perdere per gli amanti dell’innovazione e del cinema.

 

Privacy Preferences
Quando visiti il nostro sito Web, è possibile che vengano archiviate informazioni tramite il browser da servizi specifici, solitamente sotto forma di cookie. Qui puoi modificare le tue preferenze sulla privacy. Tieni presente che il blocco di alcuni tipi di cookie potrebbe influire sulla tua esperienza sul nostro sito Web e sui servizi che offriamo.