Partner Internazionali Giffoni Innovation Hub PROGETTO INTERNAZIONALIZZAZIONE

DREAM TEAM

Il progetto Dream Team è un progetto di internazionalizzazione rivolto a Brasile, Cina e Svezia finanziato tramite POR Campania FESR 2014-2020 – Asse III – Obiettivo Tematico “Promuovere la competitività delle piccole e medie imprese, il settore agricolo e il settore della pesca e dell’acquacoltura” – Obiettivo specifico 3.4 “Incremento del livello di internazionalizzazione dei sistemi produttivi” – Azione 3.4.2 “Incentivi all’acquisto di servizi di supporto all’internazionalizzazione in favore delle PMI” – AVVISO PUBBLICO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI FINALIZZATI AL FINANZIAMENTO DI PROGRAMMI DI INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE MICRO E PMI CAMPANE CUP B25F19000600007.

GOALS

Il programma di internazionalizzazione proposto è finalizzato a valutare le opportunità, rischi e le migliori strategie per l’allargamento su mercati esteri – con riferimento primario alla Svezia, al Messico, al Brasile e alla Cina – dei servizi di consulenza su contenuti creativi, digitali e marketing di Giffoni Innovation Hub, incentrati sull’impiego del proprio Dream Team (una community di giovani talenti tra i 18 e i 28 anni) per la creazione di contenuti creativi.

ANALYSIS
Avere un quadro chiaro e referenziato delle opportunità di mercato relative ai target aziendali (analisi di mercato) nei singoli paesi target (Svezia, Messico, Brasile, Cina).
CONSULTANCY
Conoscere vincoli, barriere e ostacoli normativi e fiscali dei Paesi identificati come target e attivare le consulenze specialistiche del caso per predisporre gli strumenti necessari ad un ingresso nei mercati di riferimento,
NETWORK
Attivare uno scouting mirato e rafforzare la rete di partner locali che possono agire come “agenti” presso le aziende e gli enti nazionali, promuovendo i servizi e il marchio di Giffoni Innovation Hub. La fidelizzazione avviene anche con missioni di incoming e la partecipazione ad una fase immersiva di content creation in Italia in modo da far conoscere a partner e aziende le potenzialità del metodo e i servizi specialistici proposti
MARKETING
Costruire una strategia di marketing adeguata alle specifiche caratteristiche dei mercati di riferimento, oltre alla creazione di brand focalizzati sui mercati di atterraggio; la strategia viene supportata da una comunicazione che utilizza canali web, social e new media per l’advertising e la promozione.

Al fine di raggiungere gli obiettivi previsti, sono stati sviluppati studi di mercato nei tre Paesi target (Cina, Brasile e Svezia). Questi studi e analisi hanno permesso a Giffoni Innovation Hub di realizzare una serie di attività durante tutto l’arco del progetto. In merito al Brasile, è stato possibile formalizzare un’intuizione di Giffoni Innovation Hub sull’interesse accademico e di grandi corporate per format di open-innovation che coinvolgono fasce di giovani in progetti che nascono nelle grandi università (pubbliche e private). In questo schema di lavoro, la società Growthteam è stata identificata per servizi di account e strutturazione della rete commerciale in Brasile, e la Fundação Getúlio Vargas ha assunto il compito di creare un Dream Team locale e di co-produrre il format.

È stato siglato, inoltre, un MoU con Yoodeal Limited – società anglosassone con filiale in Brasile – per seguire attività di investimento nei progetti di startup emersi dal Dream Team. Per quanto riguarda la Svezia, i rapporti preesistenti con alcune aziende del Sud del Paese hanno permesso di indagare il mercato con incontri diretti, tanto in Italia quanto in Svezia. Il segmento specifico di mercato è risultato particolarmente competitivo, visto l’elevato livello di sviluppo raggiunto dalle Industrie Creative del Paese e la diffusione di modelli di open innovation. Per questo motivo è stato scelto un canale di ingresso specializzato, quello dell’innovazione in campo medico e clinico, identificando il Medicon Village come primo cliente per un evento di open innovation a firma Dream Team che coinvolga le oltre 140 aziende del Parco. La Cina rappresenta un mercato ancora non ben conosciuto da Giffoni Innovation Hub, con una richiesta di investimenti e tempi di difficile previsione. Tuttavia la strategia di mercato si è rivelata promettente, permettendo di chiudere un accordo con East Media, società del gruppo Triboo, prima azienda in Italia specializzata in digital marketing ed e-commerce sul mercato cinese, per seguire  progetti di marketing sul mercato cinese con target giovanile. Giffoni Innovation Hub ha siglato un MoU con il Beijing Hi-Tech International Business Incubator, per l’attivazione di un programma congiunto di accelerazione sul mercato cinese di startup e prodotti legati ai settori new Media & Entertainment.

Dalle prime interlocuzioni con il fornitore LRVentures avvenute in fase di partner scouting, si è deciso di concentrarsi sul mondo accademico e aziendale brasiliano, rifacendosi anche alla declinazione che il Dream Team ha avuto nel 2016 in Messico presso l’Instituto Tecnológico de Monterrey: nel primo incoming di luglio 2019 Giffoni Innovation Hub ha ospitato Braulio Medina Dias, co-founder di Growthteam e MBA professor di digital marketing, e Beatrice Boechat D’Elia, professoressa di design thinking presso la Fundação Getúlio Vargas. coinvolgimento della Growthteam per la commercializzazione in Brasile del format Dream Team, coinvolgimento della Fundação Getúlio Vargas nello scouting dei talenti per la creazione di un Dream Team locale. In occasione dell’incoming di luglio 2019, Giffoni Innovation Hub è venuto in contatto con ulteriori potenziali partner interessati al Dream Team e alla sua internazionalizzazione in Brasile: l’azienda Leonardo e la CCIE (Camera italo-brasiliana di Commercio e Industria in Rio de Janeiro), nell’ottica di una programmazione congiunta con la società Growthteam (Braulio Medina Dias). Dai primi esiti della ricerca partner di LR Ventures, si è deciso di concentrarsi sull’area di San Paolo, con un Pil più elevato e importante target di investimenti, con aziende come Almaviva, Mercosur, Comau do Brasil, Chromavis do Brasil, etc, cercando di intercettare le aziende interessate all’open innovation, ripercorrendo i settori italiani che hanno lanciato le challenge al Dream Team. Successivamente LRVenture per conto di Giffoni Innovation Hub ha incontrato dapprima Juan Barberis, Presidente di LIDE Italia, network di imprenditori con più di 1800 aziende in America Latina, e in seguito l’avvocato del network, Eduardo Lorenzetti Marques, specializzato in investimenti in America Latina e viceversa. È stato redatto un memorandum d’intesa da firmare con l’agenzia di Braulio Medina Dias dell’azienda Growthteam per finalizzare le azioni in Brasile, ma a causa dell’emergenza Covid, l’accordo è stato rinviato.

Per quanto riguarda l’incoming svedese organizzato sempre nella stessa occasione a luglio 2019, si è puntato a consolidare una strategia di collaborazione con diversi soggetti, finalizzata a rafforzare i servizi del Dream Team verso il mondo delle startup innovative: è stato così organizzato un workshop a cura di nuovi partner svedesi, Eva Katarina e Lars Mattiasson (intervenuti all’incoming di luglio 2019 a proprie spese), dell’incubatore Creative Plot, dal titolo “How the Dream Team goes international”, in presenza dei dreamers. Successivamente, i potenziali partner svedesi identificati grazie alla ricerca partner di Knowledge for Business (Per Erik Jagesten, Ceo del Medicon Village e Åsa Marie Dahm, responsabile Research & innovation collaborations nella creazione della prima clinica presso il Medicon Village) insieme alla delegazione brasiliana hanno assistito ad una presentazione approfondita del Dream Team ed ascoltato i progetti in itinere dalla stessa voce dei dreamers e dei loro mentor. In più, gli ospiti svedesi hanno incontrato Alessandra Venneri, Responsabile comunicazione di Kaspersky, la quale ha loro spiegato il progetto sviluppato dai dreamers per Kaspersky, che comprendeva una piattaforma web video-ludica-esperenziale su navigazione sicura, bullismo e cyberbullismo. Sul versante svedese è stata discussa con i potenziali partner Jagesten e Dahm la possibilità di un accordo di co-produzione per replicare il format di open innovation Dream Team in Svezia, con un evento ad hoc all’interno del Medicon Village, intercettando tra le circa 140 organizzazioni che già costituiscono il network del parco scientifico le aziende in grado di commissionare le challenge specifiche ai giovani membri del format. Questi ultimi saranno selezionati tramite un’apposita call dai potenziali partner e avranno provenienza internazionale. Ad agosto e settembre sono continuati i contatti con i potenziali partner svedesi, che sono sfociati nell’outgoing autofinanziato di ottobre 2019 presso la sede del Medicon Village. Ad oggi la relazione con il Medicon Village è in via di sviluppo, con il coinvolgimento di membri italiani del Dream Team che stanno portando avanti alcuni progetti in ambito di innovazione nel campo dell’healthcare.

B2B & WORKSHOP

A causa dell’emergenza internazionale dovuta al Covid-19 e alle restrizioni in tutti i Paesi target del progetto, la programmazione delle attività di internazionalizzazione ha subìto un arresto temporaneo e, in un quadro di incertezza sulla possibilità di portarle a termine nelle tempistiche previste, è stato necessario riprogrammare alcune delle attività, previa autorizzazione regionale, in particolar modo quelle relative al secondo incoming da Cina, Svezia e Brasile, vista la generale incertezza sulle disposizioni da parte dei singoli Paesi per la ripresa dei collegamenti aerei e sugli spostamenti per motivi di lavoro. Ci si è così avvalsi di una modalità di realizzazione virtuale di un workshop e di incontri B2B, utilizzando servizi digitali in ambiente web-based; attraverso il fornitore RingUp si sono attivate mirate attività di comunicazione e advertsing e web marketing.

Il 23 ottobre 2020 si è tenuto il workshop “International Dream Team”, in presenza di Luca Tesuro, CEO e Founder di Giffoni Innovation Hub, Domenico Benvenuto, Dream Team Project Manager, Pier Pio Cerfogli, Vice Direttore Generale BPER Banca, ed un ex dreamer svedese. Collegati online potenziali partner cinesi, svedesi e brasiliani). A seguire è stata programmata un’agenda di incontri one to one con i potenziali partner su piattaforma ad invito. Per il Brasile, l’avvocato LIDE Eduardo Lorenzetti Marques ha preso parte agli incontri, mostrando la propria disponibilità a prendere parte al progetto; da parte svedese hanno partecipato CCI incubator, The Creative Plot, Medicon Village, Smile incubator, xPlot, RedGlead, Future by Lund e Lund University; da parte cinese ha partecipato il Beijing Hi Tech International Business Incubator con il suo referente per i progetti internazionali, Alex Wang.

Il 17 dicembre 2020, all’interno di Innovation Village, il principale evento di promozione dell’innovazione nel Centro-Sud prodotto da Knowledge for Business, si è svolto il workshop “Valore Z. Strategie di marketing per aziende e startup italiane sul mercato on-line cinese”. Durante il workshop si sono presentate le caratteristiche peculiari del Dream Team e le strategie di successo alla base dei case studies BPER Banca e Kaspersky, mostrando le opportunità di un mercato incredibilmente giovane e digitale. Tra i relatori è intervenuto Christian Bertelli, Client Partner di East Media. Il workshop ha avuto l’obiettivo di “testare” l’appeal dei servizi del Dream Team su una platea di aziende e startup, e di definire i primi punti di contatto per una collaborazione con East Media sul mercato e-commerce cinese. A tale scopo, sono stati coinvolti due interlocutori interessati a tali attività in Cina, con cui il Dream Team aveva avuto precedenti relazioni: BPER Banca e Blowhammer, entrambe interessate a sviluppare prodotti per il mercato cinese. Alla luce di questo evento, nonché delle conclusioni emerse dal piano di marketing Cina di Knowledge for Business, GIH ha deciso di concludere presto accordi con East Media e diverse startup innovative interessate al mercato cinese, in modo che il Dream Team possa lavorare per apportare creatività e innovazione alle soluzioni/prodotti destinati al mercato cinese.

Durata
Il programma prevede una durata di 18 mesi
Eventi
Eventi su tutto il territorio nazionale
Workshop
Tavoli di lavoro in Italia e all’estero
Partner
Potenziali partner e stakeholder esteri

Il progetto è finanziato tramite POR Campania FESR 2014-2020 – Asse III – Obiettivo Tematico “Promuovere la competitività delle piccole e medie imprese, il settore agricolo e il settore della pesca e dell’acquacoltura” – Obiettivo specifico 3.4 “Incremento del livello di internazionalizzazione dei sistemi produttivi” – Azione 3.4.2 “Incentivi all’acquisto di servizi di supporto all’internazionalizzazione in favore delle PMI” – AVVISO PUBBLICO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI FINALIZZATI AL FINANZIAMENTO DI PROGRAMMI DI INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE MICRO E PMI CAMPANE CUP B25F19000600007