19th Ave New York, NY 95822, USA

La sintesi della settima edizione di Next Generation, dal 21 al 31 Luglio 2021

IL DIARIO DELLA SETTIMA EDIZIONE DI NEXT GENERATION – DAL 21 AL 31 LUGLIO 2021

DAY 1 – MERCOLEDI’ 21 LUGLIO

Prima giornata ricca di emozioni quella che ha visto l’arrivo in Multimedia Valley dei 18 dreamers che comporranno i 3 team di questa edizione 2021 di Next Generation.
Consegnati i kit con le magliette, i quaderni e il programma, sono Luca TesauroAntonino Muro e Orazio Maria Di Martino, rispettivamente Ceo, Account Manager e COO di Giffoni Innovation Hub a dare il “welcome” ai giovani under 30, pronti per una nuova esperienza.

Direi che sono partiti dal presente – ha raccontato Luca Tesauro, Ceo di Giffoni Innovation Hub ai giovani Dreamers – Perché è dal presente che deve partire la sfida del cambiamento. E Giffoni è il luogo adatto. Un luogo innovativo di natura, aperto alla creatività di chi è pronto a sperimentare e mettersi in gioco. Un po’ come ha fatto tanti anni fa il patron Claudio Gubitosi”.

DAY 2 – GIOVEDI’ 22 LUGLIO

Inizia la full immersion per i ragazzi del Giffoni Dream Team, alle prese con la prima giornata di lavori durante le working session mattutine e pomeridiana. Spazio nel pomeriggio alla prima Giffoni Impact con Novartis. All’interno della Sala Blu sono Pasquale Frega, presidente Novartis, Francesco Butti Local Clinical Operation Head Novartis e l’attore Brenno Placido.

Oggi la tecnologia può essere considerata un acceleratore per la cura dei pazienti – ha spiegato Brega – In un mondo in continua evoluzione a fare la differenza sono le esperienze che si fanno e che in qualche modo indicano quale può essere la vocazione di ognuno di noi”.

DAY 3 – VENERDI’ 23 LUGLIO

Terza giornata di lavori per il Giffoni Dream Team. Tre gli incontri di giornata: in mattinata la mentorship della delegazione di Deloitte ha dato nuovi spunti ai dreamers mentre nel primo pomeriggio è stata la volta del Prefetto Mario Morcone, assessore alla Sicurezza, Legalità e Immigrazione della Regione Campania insieme a Karen Whiting, vice rappresentante dell’agenzia delle Nazioni Unite per i rifugiati in Italia. Main event di questo venerdì è stato l’incontro durante la Giffoni Impact con il presidente del ConaiLuca Ruini, che ha consegnato nelle mani del patron del festival, Claudio Gubitosi, il premio Conai “Content Creator Award” con la motivazione: “Per aver promosso la cultura della sostenibilità in 50 anni di Giffoni Film Festival”. Un evento per il festival, dato che si tratta del primo premio ricevuto dall’ideatore del Giffoni Film Festival durante il festival stesso.

Il riciclo diventa ogni giorno un tema sempre più importanteoggi forse più di prima – ha detto Ruini – ed è anche per questo che abbiamo chiesto una Survey al team di Giffoni Innovation Hub per comprendere a pieno la percezione dei giovani anche sul mondo del riciclo”.

DAY 4 – SABATO  24 LUGLIO

Primo week end di Next Generation che scorre lungo le due working session per i ragazzi del Giffoni Dream Team. Main event di questa quarta giornata è la Mentorship di una vecchia conoscenza di Giffoni, il Digital Life Coach Jacopo Mele, che ha parlato ai 18 under 30 di cos’è il talento e come si possa accorciare la distanza tra talento e opportunità.

Qui oramai sono di casa – racconta il ventottenne, inserito da Forbes come uno dei migliori talenti under30 nel panorama europeo – Sono anni che mi confronto con Luca Tesauro e ogni anno nel quale vengo noto con piacere che l’asticella dei progetti e degli obiettivi di Giffoni Innovation Hub si alza. Nel corso della propria vita una persona ha a disposizione una serie di eventi positivi e una serie di eventi negativi – conclude Jacopo – I positivi riescono a migliorarti, i negativi ti lasciano lì dove sei. La differenza tra il riconoscere un talento e l’opportunità è proprio questa: la distanza che intercorre tra loro. L’obiettivo di Aurora Fellows è proprio quello di accorciare la distanza tra talento e opportunità creando per dei giovani under 25 quanti più eventi positivi possibili“. 

Ad arricchire la giornata dei dreamers anche la visita di Andrea Crisanti, noto microbiologo, accademico e divulgatore scientifico italiano: “Quando sento parlare di innovazione ripercorro i momenti più importanti della mia vita – così il virologo Andrea Crisanti dal palco di Giffoni Next Generation di Giffoni Innovation Hub, parlando di innovazione ai ragazzi del Dream Team – Dopo la laurea ho avuto fortuna di passare tempo in uno degli istituti scientifici più creativi al mondo dove sono state fatte le scoperte più importanti nel campo dell’immunologia. Questo – ha concluso – è sempre stato un centro di innovazione senza precedenti. E lì che ho imparato quali sono i due ingredienti fondamentali dell’innovazione: trasgressione e libertà di trasgredire”.

DAY 5 – DOMENICA 25 LUGLIO

Momento di fondamentale importanza quello raggiunto dai ragazzi del Giffoni Dream Team di Giffoni Innovation Hub. Siamo giunti al giro di boa di una undici giorni intensa, caratterizzata dalle tante working session ma anche da incontri, Mentorship, test sui progetti e tanto altro. Il primo momento di rilievo è stato quello che ha visto il ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione InternazionaleLuigi Di Maio, fare visita ai giovani under30. L’ex vice premier, vecchio amico di Giffoni e del Dream Team, ha speso parole di elogio per un progetto che continua da ben sette edizioni e ha promesso di seguirne, come ogni anno, gli sviluppi. “Complimenti ragazzi, continuate così – ha affermato Di Maio – Vi seguirò da vicino anche se non potrò essere qui durante la presentazione dei progetti“.

A seguire è stata la volta della Mentorship di Zuiki, giovane azienda impegnata nel settore del Fast Fashion e che ha dato notevoli input ai ragazzi del Dream Team mettendo in risalto la correlazione tra il lavoro dei dreamers e l’imprenditoria giovanile. “Vogliamo dimostrare come la nostra generazione sia in grado di aiutare sia aziende giovani sia aziende trentennali, grazie ad una maggiore consapevolezza dell’utilizzo di tecnologie digital” ha affermato Aldo Innamorato, Head of Marketing and Communication di Zuiki.

DAY 6 – LUNEDI’ 26 LUGLIO

Il progetto SMaILE e una prossima collaborazione con Confindustria Salerno sono i due tasselli fondamentali di questa sesta giornata di Next Generation, rassegna sull’innovazione ideata e organizzata da Giffoni Innovation Hub. In mattinata, durante la Giffoni Impact, si è parlato di SMaILE, un progetto di ricerca sull’Intelligenza artificiale, che vede coinvolti il Politecnico di Torino, l’Università di Torino (Matteo Baldoni e Monica Bucciarelli) e la Royal Holloway di Londra a cui collabora Giffoni Innovation Hub, che ha vinto il bando della Fondazione Compagnia di San Paolo.

La fondazione esiste dal 1563 – spiega Paolo Mulassano, responsabile Obiettivo Pianeta fondazione Compagnia di San Paolo – e da sempre ha messo al centro le persone e la crescita sociale. In questo periodo di Recovery è evidente che informazione e innovazione sono due ambiti che hanno una forte centralità nel dibattito ed è altrettanto vero che uno degli ambiti più significativi che emerge con forza anche quando si parla di intelligenza artificiale. Tra le righe dei codici ci sono delle potenzialità per migliorare la vita delle persone. Per questo Fondazione San Paolo ha sostenuto questo progetto il cui scopo è trasmettere competenze sull’IA e le tecnologie”.

Nel pomeriggio invece è stata la volta dell’incontro atteso insieme ai giovani imprenditori di Confindustria Salerno, durante il quale si è fatto il punto sullo stato dell’impresa salernitana, partendo dall’intreccio tra cultura, formazione e innovazione. Il panel, dal titolo “Ecosistema Sud Salerno: Provincia per giovani innovatori” è stato un momento utile anche per annunciare la prossima collaborazione tra Giffoni Innovation HubConfindustria e Borsa Italiana.

La creatività e il territorio sono i due elementi che uniscono Giffoni con Confindustria – ha dichiarato Fabio Brigante, Primary Markets Relationship Manager di Borsa Italiana – Partendo da questo, con Confindustria Salerno e Giffoni Innovation Hub abbiamo deciso di collaborare cercando di mettere a frutto le principali skills che ruotano intorno ai nostri mondi. Borsa Italiana è una piattaforma che mette in relazione le aziende con i capitali. Oggi non si può parlare di singolo imprenditore, di one man show, ma di condivisione. Serve poter reimmaginare un futuro che possa contribuire al valore del territorio per l’azienda. In che modo? Nei prossimi mesi identificheremo le modalità col quale faremo partire questa importante collaborazione“.

Non si è fermata nemmeno per un secondo invece la voglia di creare dei ragazzi del Giffoni Dream Team, alle prese con le chiusure dei tre progetti richiesti da EniDeloitte e Sammontana. Sabato prossimo saranno loro a salire sul palco e a presentare i pitch delle tre idee sviluppate durante questa undici giorni di Next Generation 2021.

DAY 7 – MARTEDI’ 27 LUGLIO

Il cinema è iniziato con una proiezione su un lenzuolo. Si è trasferito su uno schermo in una sala, poi è arrivato il televisore, poi con il telefonino e ora si sta smaterializzando in realtà virtuale immersiva. Il cinema del futuro sarà quello in cui lo spettatore sarà dentro al cinema. Non più in una dimensione bidimensionale ma sarà protagonista della storia. Anzi, potrà addirittura cambiarla con le proprie azioni“. Così il regista Sebastiano Deva ha parlato di futuro e innovazione durante la presentazione del mediometraggio “Noto, il giorno della paura, 1693”. Un prodotto completamente girato con tecnologia VR immersiva (realtà virtuale immersiva) che permette il totale coinvolgimento dello spettatore anche grazie all’ausilio di caschi Oculus di ultima generazione. Un cinema sicuramente d’avanguardia, ma che sta prendendo sempre più piede nell’industria cinematografica, con primi approcci anche di aziende come la Rai.

È iniziata quindi così questa settima giornata di Next Generation, la rassegna ideata e organizzata da Giffoni Innovation Hub. Anche oggi, al centro del programma sono stati gli incontri dei 18 talenti under 30 del Giffoni Dream Team e le loro working session, durante le quali stanno approntando, giorno dopo giorno, i loro progetti relativi ai grandi brand partner di quest’anno: SammontanaDeloitte ed Eni. Proprio con l’azienda italiana impegnata nel settore dell’energia si è proseguito grazie alla Giffoni Impact insieme ad Antonio MaglioHead of Human Knowledge di Eni Joule. Startup, mondo dell’innovazione, lotta al cambiamento climatico: questi i temi affrontati da Maglio con i ragazzi del Dream Team. Due invece i percorsi principali raccontati a Giffoni in cui è strutturata Eni Joule ovvero il programma Human Knowledge e l’acceleratore Energizer.

Ultimo appuntamento della giornata è stata infine la Mentorship con i ragazzi di Studio 71, un incontro incentrato sulla comunicazione giovanile e sul mondo degli Influencer.

DAY 8 – MERCOLEDI’ 28 LUGLIO

L’ottava giornata di Next Generation, la rassegna dell’innovazione di Giffoni Innovation Hub parte all’insegna del cinema e delle nuove tecnologie con un ospite decisamente internazionale: Mark Flanagan,  Education Partner Manager di Epic Games.

Quale sarà il ruolo dell’attore in questo futuro?” ha chiesto uno di loro. “Il ruolo dell’attore sarà sempre lo stesso anche in questo nuovo futuro – ha risposto Flanagan – Sicuramente ci sono delle difficoltà maggiori nel recitare in un green screen o usando il motion capture. C’è da dire però che ci sono anche molti attori che si stanno specializzando in questo settore. Pensate a film come Il Pianeta delle Scimmie o Il Signore degli Anelli con Gollum (Andy Serkis, ndr). Io penso che la figura dell’attore non scomparirà ma si evolverà semplicemente“.

Sempre in mattinata altro incontro per la Giffoni Impact insieme a Nicola Tagliafierro di Enel X mentre nel pomeriggio si è dato il via al panel sui “New media ed entertainment: prospettive e nuove opportunità per i giovani” ha avuto ampio spazio grazie anche alla presenza di un nutrito parterre di ospiti. A fare gli onori di casa è stato Luca Tesauro, Ceo e co-founder di Giffoni Innovation Hub: “Lavoriamo per individuare e trasmettere ai giovani gli strumenti e le competenze necessarie per creare i nuovi mestieri del futuro – spiega Tesauro – Chi viene a Giffoni sa che questo è un luogo in cui si può fare impresa”.

Due gli incontri di rilievo per i ragazzi del Giffoni Dream Team. Il primo è stato con i deputati Andrea Giarrizzo e Roberta Alaimo, già presenti ieri. Alaimo ha presentato uno dei progetti sul tema delle politiche giovanili e l’inclusione sociale portato avanti mentre Giarrizzo ha raccontato la sua esperienza da ex dreamer nel 2016.

È stata infine la volta poi del ministro per la GioventùFabiana Dadone, far visita ai giovani talents under 30. È proprio dal ministro che sono partite diverse domande all’indirizzo dei dreamers che le hanno esposto i tre progetti che a giorni verranno presentati ai partner EniDeloitte e Sammontana.

DAY 9 – GIOVEDI’ 29 LUGLIO

La nona giornata di Next Generation, la rassegna di Giffoni Innovation Hub sull’innovazione e la creatività per i talenti under 30, si apre con uno degli incontri più attesi: il panel “Industrie creative: impact investing nell’economia culturale globale“. A salire sul palco della Sala Multimedia Coworking sono state Elena Casolari, co-fondatrice e presidente di Opes Impact Fund e Patrizia Canova, responsabile comunicazione e fundraising presso NGO ACRA.

Dopo aver visto La mia Africa – ha raccontato ai ragazzi Elena Casolari – decisi di partire per un periodo di volontariato. Ma dopo un po’ iniziai a lavorare nel mondo della finanza. L’ho fatto per circa 10 anni e mi trovavo in un mondo dorato. Non sapevo nemmeno quanto costasse il pane. Un po’ triste, no?” La realizzazione che qualcosa nella sua vita stava per cambiare è giunta durante un viaggio a Mumbai. “Guardando la città dal grattacielo di cristallo di una grande multinazionale indiana mi resi conto che la finanza costruiva benessere solo per una piccolissima fascia della popolazione. Di lì a poco cambiai vita entrando nel mondo delle Ong”.

Per i ragazzi del Dream Team una visione dall’esterno e tanti consigli sono arrivati anche da Federica Tortora, specialista per l’Innovazione di Intesa San Paolo, che ha ascoltato con interesse le presentazioni dei progetti per Eni, Deloitte e Sammontana. 

Si avvicina il momento del countdown intanto per i dreamers, alle prese con le fasi finali dei loro progetti.
Venerdì 30 sarà una giornata impegnativa, al lavoro per limare gli ultimi dettagli prima delle presentazioni finali dei tre pitch targati EniSammontana e Deloitte.

DAY 10 – VENERDI’ 30 LUGLIO 

Penultima giornata di Next Generation e inizia a crescere l’attesa per la presentazione finale dei pitch. È tempo di allenarsi per lo speaking finale nel quale i 18 talenti under 30 del Giffoni Dream Team dovranno mostrare alle aziende i progetti targati EniDeloitte e Sammontana.

In attesa del grande giorno però vi è ancora spazio per gli ultimi incontri. In mattinata si parte con la Giffoni Impact insieme al Gruppo Iren che a Giffoni viene a presentare il corto “La challenge“, prodotto da Giffoni Innovation Hub. Subito dopo è il ministro dello Sviluppo Economico, Giancarlo Giorgetti, a parlare ai giovani dreamers e ai giurati all’interno della Sala Blu della Multimedia Valley.

Infine la giornata si chiude con i graditissimi ritorni di due amiche di Giffoni Innovation Hub: la deputata Anna Laura Orrico e l’assessore all’Innovazione e alle Startup della Regione CampaniaValeria Fascione. Proprio Fascione ha annunciato alla stampa e ai ragazzi del Dream Team il progetto “Giffoni for Kids“, in collaborazione con Giffoni Innovation Hub.

DAY 11 – SABATO 31 LUGLIO 

Giornata finale di Next Generation! È tempo, per i 18 talenti under 30 del Giffoni Dream Team effettuare le presentazioni dei tre pitch relativi alle sfide proposte da Eni, Deloitte e Sammontana.

In mattinata, prima del momento clou di questa settima edizione della rassegna sull’Innovazione e la creatività ideata e organizzata da Giffoni Innovation Hub, è andata in scena l’ultima Giffoni Impact di questi 11 giorni intensi. Sul palco della Sala Blu, insieme ai dreamers, Pierpio Cerfogli, vicedirettore di Bper Banca, e Andrea Vico, divulgatore scientifico.

Il nostro obiettivo oggi – spiega Cerfogli – è quello di provare a fotografare il sentimento preciso di come il mondo del business sta vivendo i cambiamenti in atto. Siamo dinanzi ad una fase di potenziale sviluppo. Sviluppo soprattutto tecnologico che sarà il vero protagonista del cambiamento del nostro ecosistema”.

Arriva infine il gran momento, nel pomeriggio, poco dopo la conferenza stampa di chiusura della 51esima edizione del Giffoni Film Festival. È tempo di mostrare il lavoro svolto di festeggiare la fine di un’edizione dai tanti contenuti e dalle piacevoli scoperte. L’appuntamento è per il prossimo anno, per l’ottava edizione di Next Generation, dal 21 al 30 luglio 2022.