Maker Faire, enorme successo per Giffoni Hub al “luna park” dell’innovazione

Più di 50mila i visitatori nella seconda giornata romana che ha visto la presentazione al pubblico degli smart toys Hero e Tuwa

Il miglior modo per prevedere il futuro è farne parte. Inventare, creare, modellare la realtà a proprio piacimento: non si tratta più di semplici teorie ma di atti concreti e realizzabili. Basta soltanto ritrovare la consapevolezza di questa straordinaria capacità. E qui viene la parte più difficile ma anche quella più sorprendente. Chi della fantasia ha sempre fatto il suo punto di forza e della creatività ne è stato quasi schiavo, al punto da essersi guadagnato l’etichetta del visionario, ha finalmente l’occasione di dare carne e sangue alle sue idee. Come? È semplice, con l’innovazione. Sì perché non stiamo parlando di un processo raggiunto per poi essere lasciato lì a riposare, ma di un’attitudine indipendente dall’età che può essere sviluppata in qualsiasi campo, senza vincoli né limiti. Perfetta testimonianza di questo spirito è la Maker Faire Rome, la più grande fiera europea dell’innovazione in corso da ieri presso l’Università degli Studi di Roma. Più di 15mila metri quadrati di spazi espositivi, 600 stand con oltre 700 invenzioni in mostra provenienti da 65 Paesi di tutto il mondo e selezionate tra 1300 progetti. Questi i numeri che renderanno la capitale, fino alle 18 di domani, una vera e propria “città del futuro”.

I viali del campus si sono popolati di studenti, curiosi e famiglie: più di 50mila i visitatori solo nella seconda giornata. Ci si ritrova sbalorditi a fare i conti con un enorme “luna park dell’innovazione” dove chiunque, siano essi makers, “addetti ai lavori”, ma anche genitori e figli, hanno la possibilità di trascorrere una giornata divertente a contatto con macchinari futuristici, stampanti 3D, robot di ogni forma e colore. Non serve avere il pallino della tecnologia per venire alla Maker Faire, basta avere la voglia di stupirsi, di divertirsi, e la curiosità di capire come è già cambiato il nostro tempo. A dare il suo contributo alla manifestazione, all’interno dello stand di Sviluppo Campania, anche Giffoni Innovation Hub, in collaborazione con Tinkidoo, la startup che avvicina i bambini alla tecnologia, all’elettronica, alle scienze e alle arti attraverso l’utilizzo dei giocattoli digitali. Due i prodotti presentati durante l’appuntamento romano da Giffoni Innovation Hub e Tinkidoo: gli smart toys Hero e Tuwa.

“Entrambi i prototipi hanno l’obiettivo di sensibilizzare i bambini sui temi legati ad educazione ambientale e biodiversità attraverso un’interazione consapevole e non passiva con la tecnologia – chiarisce Sonia China, fondatrice di Tinkidoo.

Hero è un robot dotato di tecnologia abilitante per l’interazione dei bambini dai 3 ai 12 anni ed ispirato alla filosofia maker. Il giocattolo si muove un tappeto elettronico e guida il bambino nel suo viaggio alla scoperta della biodiversità.

Tuwa – continua – il cui nome significa “terra”, è formato da vari componenti modulari che funzionano sia a sè stanti che uniti. Lo smart toy stimola il bambino attraverso una serie di output a compiere azioni legate all’esperienza multisensoriale focalizzandosi su tatto, vista e udito. I componenti modulari di Tuwa formano un puzzle 3D che i bambini possono assemblare ricevendo così feedback sonori e luminosi in base allo storytelling del prodotto”.

“L’innovazione è ricerca, conoscenza, speranza e futuro. Non appartiene ad alcuna categoria del sapere, non può essere recintata in questo o in quell’altro settore della conoscenza. È puro slancio verso nuove possibilità che interessano la scienza, l’arte, la cultura, che danno nuove speranze al lavoro, alla creatività e all’espressione individuale e sociale – spiega Luca Tesauro, Ceo del GIH – per questo Giffoni ha sentito l’esigenza di immergersi in un settore in così fervente cambiamento e crescita, con l’obiettivo di coinvolgere soprattutto i più piccoli sui temi più interessanti e attuali dell’agenda digitale italiana e internazionale”.

No Comments

Post A Comment