19th Ave New York, NY 95822, USA

Pasquale Frega di Novartis: “La tecnologia è un acceleratore per la cura dei pazienti”

Durante la prima Giffoni Impact la lezione per il Giffoni Dream Team: una sconfitta oggi può essere il successo di domani

 

Il cinema come strumento di sensibilizzazione sul tema salute e l’innovazione applicata alla ricerca come risposta ai timori che la pandemia ha generato in tutti. Questo il punto di partenza dell’Innovation Talk del Giffoni Impact, all’interno di Giffoni Next Generation, che ha visto sul palco della Sala Blu della Multimedia Valley il presidente di Novartis Pasquale Frega, l’attore Brenno Placido e Francesco Butti Local Clinical Operation Head Novartis e in platea i ragazzi del Dream Team di Giffoni Innovation Hub.

Per raccontare in maniera ‘emotional’ l’importanza della ricerca, si è partiti dalla visione di una pillola di Reimagine, il cortometraggio prodotto da Novartis con l’intento di accendere un faro sul ruolo e il peso della ricerca e dell’innovazione farmaceutica. Il corto racconta di un giovane ricercatore, segnato da bambino dalla perdita della madre, che cerca di re-immaginare il mondo della medicina riscrivendo la storia delle persone. “Il cinema ha il compito di sensibilizzare il grande pubblico sui temi che la pandemia ha portato nelle case di tutti gli italiani – ha detto Frega – Oggi la tecnologia può essere considerata un acceleratore per la cura dei pazienti. In un mondo in continua evoluzione a fare la differenza sono le esperienze che si fanno e che in qualche modo indicano quale può essere la vocazione di ognuno di noi. Confrontarsi è fondamentale per la ricerca e per l’innovazione”.

Ma comunicare ciò che c’è dietro le quinte non è sempre facile. “Per fare innovazione c’è bisogno di saper cogliere aspetti diversi – ha spiegato Butti – Per sviluppare soluzioni nuove, serve ascoltare più voci. Oggi innovare significa portare sostenibilità ambientale. La ricerca non è mai tempo perso poiché anche quando si fallisce si apprende qualcosa che sarà patrimonio da lasciare a chi vorrà provarci dopo”.

Privacy Preferences
Quando visiti il nostro sito Web, è possibile che vengano archiviate informazioni tramite il browser da servizi specifici, solitamente sotto forma di cookie. Qui puoi modificare le tue preferenze sulla privacy. Tieni presente che il blocco di alcuni tipi di cookie potrebbe influire sulla tua esperienza sul nostro sito Web e sui servizi che offriamo.