Recanati Experience – Concluse le attività del day 2

Zaino in spalla, fogli e penne tra le dite, sguardi attenti ed incuriositi: inizia così la seconda giornata del Recanati Experience Digital Days, il format incentrato sulla cultura digitale, organizzato dal Giffoni Experience, in collaborazione con il Giffoni Innovation Hub, il dipartimento dedicato all’innovazione.

Primi a prendere posto tra i banchi dell’Istituto superiore “Enrico Mattei” sono stati, anche questa mattina, i bambini delle scuole primarie. Grazie alla partnership con CoderDojo Recanati, rappresentato da Barbara Vignoni e Marco Vita, i piccoli studenti hanno iniziato ad acquisire competenze utili a programmare, sviluppare siti web, applicazioni, giochi e altro ancora. Gli incontri di CoderDojo – Dojo in giapponese significa scuola di arti marziali – hanno lo scopo di promuovere l’insegnamento ai bambini e coinvolgere appassionati adulti nel ruolo di tutor. Non vi è alcun programma stabilito, ma gli studenti imparano tutto, dalla creazione di pagine web alla costruzione di applicazioni mobile. L’età minima varia a seconda dei gruppi o dei progetti, generalmente è 8 anni. L’obiettivo è quello di consentire ai giovani di iniziare il più presto possibile ad avere sia le competenze tecniche sia quelle sociali, essenziali per avere un buon futuro come sviluppatore.

Grande entusiasmo per l’iniziativa è stato dimostrato, non solo da parte dei più piccoli, ma anche dalle istituzione che, fortemente, hanno voluto i Digital Days. L’evento, infatti, è stato portato avanti in perfetta sintonia con la città di Recanati, con il Sindaco Francesco Fiordomo e la sua amministrazione comunale e con i partner Eli-La Spiga Edizioni, rappresentata dal suo amministratore delegato Michele Casali, e Rainbow, nella persona del Presidente Iginio Straffi. “L’innovazione è un punto fondamentale per la nostra amministrazione – ha commentato il primo cittadino di Recanati, Francesco Fiordomoci stiamo impegnando per dare una mano ai giovani che credono nelle loro idee e vogliono farne una professione. Lavorare con gli studenti nel segno delle nuove tecnologie ci è sembrata un’opportunità straordinaria, il Giffoni oltre al cinema offre anche questo spunto grazie ai Digital Days, un format che i ragazzi hanno particolarmente apprezzato. Trasmettere questa voglia di innovare e credere in nuovo progetti significa preparare quel ricambio generazione capace di dare il giusto slancio alla nostra imprenditorialità”. Concorde anche l’assessore alla Cultura e all’Istruzione del Comune di Recanati, Rita Soccio. “È molto importante che le istituzioni siano vicino a queste manifestazioni – ha spiegato – quello del Giffoni è sicuramente un format su cui abbiamo deciso di puntare perchè fondamentale per la formazione dei più giovani. Credo nelle nuove tecnologie, nelle applicazioni che possono rispecchiarsi in un modo diverso di fare scuola, più vicino ai linguaggi dei ragazzi”.

Cento i ragazzi degli istituti secondari di primo grado che, grazie alla guida di Andrea Postiglione, founder & CEO di Mangatar, un’azienda salernitana sviluppatrice di videogames, sono riusciti ad abbandonare per un momento la “poltrona” del giocatore, ponendosi verso il settore del gaming con sguardo critico e attento. Grazie a loro Leopardi ha abbandonato le “sudate carte”, diventando ora un ninja valoroso e giusto, ora un eroe romantico pronto a salvare la sua amata Silvia dalle grinfie del cattivo di turno.

Giornata impegnativa per i più grandi, gli studenti delle scuole superiori, infatti, hanno messo alla prova le proprie idee di impresa, capendo sul mercato quanto quelle intuizioni avrebbero potuto resistere. La prima vera battaglia che si trova ad affrontare ogni startupper, infatti, è come passare dalla poetica di un’idea, alla concretezza quasi fisica del guadagno che, seppur meno romantico, è il tassello fondamentale per la vita di ogni azienda. A guidare gli studenti tra le astruse leggi di mercato, il marketing e la definizione della mission aziendale, sono stati Davide Neve di auLab e Lisa Di Sevo di dPixel.

No Comments

Post A Comment