Recanati Experience Day 3 – A scuola sì, ma di startup

Compagni di banco? No, meglio di startup. Vi siete mai chiesti come si scrive un business plan? E come si tira su una startup? Avreste sempre voluto farlo ma nessuno ve l’ha insegnato? Bene, allora “A scuola di startup” fa al caso vostro ammesso che abbiate dai 16 ai 20 anni.

L’ultima sfida – e anche la più ambiziosa – che “Recanati Experience – Digital Days” ha voluto lanciare ai ragazzi è proprio questa: diventare imprenditori di se stessi, crearsi con la propria intelligenza e voglia di fare quella che sembra essere diventata la chimera del “posto fisso”. Così Giffoni Innovation Hub si è fatto promotore della diffusione della cultura d’impresa e in collaborazione con Techgarage ha lanciato, anche su Recanati, una call per la selezione delle migliori idee. Il contest, realizzato in partnership con auLAB, dpixel, Fondazione Cariplo, Microsoft Italia, Cisco e HP Italy, ha visto 40 ragazzi degli istituti superiori della città coinvolti in tre giornate di lezione full immersion sulla digital transformation che rende le idee progetti concreti.

Dalla moda ecosostenibile al design e la personalizzazione di macchinette telecomandate, passando per un nuovo modo di gestire i tour scolastici e chiudendo con una piattaforma digitale che permette di orientarsi all’interno del mondo universitario: questo il cuore dei quattro progetti selezionati che concorreranno questa sera per accaparrarsi la finale nazionale di Techgarage, prevista a luglio durante il Giffoni Film Festival e condotta da Gianluca Dettori, presidente di dpixel e shark di Italia1.

Quattro modi di concepire l’innovazione in settori diversi e complessi: se con “Apanac” si mira a realizzare abiti utilizzando la canapa (un materiale naturale, resistente, che protegge dai raggi UV), con “Carstom” si può programmare e personalizzare la propria macchinina radiocomandata attraverso una scheda Arduino. Non manca di certo di credibilità e fantasia RecTrip che si propone di organizzare visite guidate indirizzate alle scuole, unendo svago e formazione culturale. Insomma  l’offerta è quella di un vero e proprio tour studiato per rendere felici tanto i docenti quanto gli allievi. Ultima – ma solo per ordine ­– è Unieasy, una piattaforma digitale che permette di orientarsi all’interno del proprio Ateneo, offrendo una calendario delle attività didattiche personalizzato e fornendo vantaggi e sconti riservati agli iscritti.

Incoronare il vincitore della call sarà un compito non facile, affidato ai mentor Lisa Di Sevo di dPxel e Davide Neve di auLAB che, proprio in questi giorni, hanno seguito il lavoro ed i progressi dei ragazzi. “Lavorare con i giovani per aiutarli a far emergere le loro qualità imprenditoriali è un’attività che ci dà grande soddisfazioni e che riteniamo strategica – affermano – In un momento così delicato in cui ci si approccia a scelte importanti, come quella universitaria, lo stimolo di questo percorso potrebbe aiutare tanti a trovare una nuova chiave per interpretare il proprio futuro, fornendo gli strumenti e la consapevolezza necessari per fare impresa”.

In attesa di conoscere chi trionferà questa sera nella cornice del Teatro Persiani, al Campus L’Infinito sono terminati i Creative Labs dedicati alla musica elettronica e al mapping della città di Recanati.

No Comments

Post A Comment