Tonara Experience: 700 studenti sardi protagonisti

Interesse, allegria e voglia di mettersi alla prova: sono i segni caratteristici stampati sui volti degli oltre 700 ragazzi sardi che, fino a giovedì 12 novembre, si incontreranno per prendere parte alla terza edizione del Tonara Experience. I giovani che parteciperanno all’iniziativa, promossa dal Bim Taloro che ha sottoscritto un protocollo d’intesa con l’ente autonomo Giffoni Exeperience, Giffoni Innovation Hub, Giffoni Media Service, l’Impresa Sociale Nuovi Scenari, il Comune di Tonara e l’Enel, frequentano le scuole elementari e medie della Barbagia e del Mandrolisai (Desulo, Ovodda, Teti, Tiana, Tonara, Orgosolo, Mamoiada, Olzai, Austis, Ollolai).

Tre le principali attività rivolte ai ragazzi e avviate a partire da martedì 10 novembre: si è partiti con la proiezione delle migliori opere cinematografiche presentate durante la 45esima edizione del Giffoni Film Festival, il secondo momento ha messo a confronto le opinioni e le idee dei ragazzi sulla “settima arte”, ma la vera novità è stata segnata da una serie di laboratori legati al mondo delle nuove tecnologie e videogames di cui il GIH si è fatto promotore. Negli ultimi venti anni, infatti, con l’evolversi della tecnologia, anche Giffoni ha deciso di inserire tra le sue proposte formative, la didattica digitale per avvicinarsi sempre più alle nuove generazioni. E proprio ai giovani si rivolgono vere e proprie master lesson dedicate ai videogames e alla nascita dell’animazione (dal primo corto ai giorni nostri). Le lezioni sono organizzate da Mangatar, la game company fondata da un gruppo di trentenni salernitani.

Il rapporto tra game design e business, l’innovazione sociale che nasce dalla gamification, il ruolo della creatività nella progettazione di un videogame: sono solo alcuni dei temi attraverso i quali i giovani possono indagare un settore produttivo che, negli ultimi tempi, ha registrato un tasso di crescita tra i più interessanti a livello mondiale. A guidare gli studenti oltre la “console” è, Enrico Rossomando, che li ha sfidati e messi alla prova su argomenti che hanno ormai superato l’ambito degli addetti ai lavori per aprirsi al grande pubblico.

“Occorre prendere consapevolezza della potenzialità dei nuovi linguaggi, studiarli a fondo al fine di renderli complementari alla formazione umana e professionale di un giovane – ha spiegato Luca Tesauro, Ceo del GIH – Giffoni ne è pienamente consapevole e per questo ha scelto di costruire e lanciare un format completamente incentrato sui linguaggi digitali che, dopo Recanati, vede una prima applicazione dei suoi asset anche a Tonara, nella ferma convinzione che il cambiamento non va atteso ma creato e dominato grazie ad una profonda conoscenza delle tecnologie che abbiamo a disposizione”.

Nel corso dell’evento non si parlerà solo di nuove tecnologie e videogames, ma anche di tematiche altrettanto attuali e delicate. Insegnanti, studenti e genitori potranno discutere dei rapporti tra madre e figlia, delle interazioni avventurose tra bambini e animali e, ancora, delle devastazioni che le guerre portano, come la povertà e gli abbandoni; il tutto partendo dalla visione di film scelti dalla direzione artistica del Giffoni Experience.

“La cooperazione che da anni portiamo avanti con gli amministratori del Consorzio Bim Taloro e gli amici di Nuovi Scenari – ha chiarito il direttore del Giffoni Experience, Claudio Gubitosi – è per me motivo di grande orgoglio. Insieme abbiamo ideato e costruito un eccezionale percorso formativo che, anno dopo anno, cresce sempre di più. La professionalità e la competenza e l’impegno costante di questi partners e di tutti gli enti coinvolti sono evidenti e apprezzabili soprattutto attraverso la qualità dei giurati coinvolti che ogni anno ospitiamo al Festival”.

“Con l’accordo di partenariato – ha aggiunto il presidente del Bim Taloro, Giovanna Busiasi concretizza il progetto del Consorzio Bim Taloro di creare nel territorio dei Comuni consorziati “un polo culturale regionale” dedicato al cinema per ragazzi”.

Soddisfazione anche da parte del sindaco di Tonara, Flavia Giovanna Loche che ha annunciato: “Tali azioni consentiranno di sviluppare nuove progettualità rivolte agli adolescenti e valorizzeranno le strutture presenti a Tonara (Cinema e Centro Polivalente), mettendole a disposizione delle comunità di tutto il territorio”.

A concludere è stato il responsabile Enel produzione idroelettrica della Sardegna, Renato Giardina, che ha rimarcato come “da sempre Enel è impegnata al sostegno e alla valorizzazione del territorio. Il supporto dell’azienda a questo progetto ne è una riprova. I giovani sono l’energia del futuro, la cultura e la conoscenza sono gli strumenti per renderlo sostenibile. Siamo quindi particolarmente felici di partecipare al Giffoni Tonara Experience 2015 con un impegno diretto e fattivo”.

No Comments

Post A Comment